Utilizzatori

Informazioni generali

In conformità alla legge, qualsiasi utilizzatore di un’opera del repertorio della SSA deve disporre di un’autorizzazione dell’autore. Questa regola vale anche per gli adattamenti, le traduzioni, la registrazione di opere rappresentate in pubblico, le riproduzioni, nonché qualunque altro tipo di utilizzo, come per esempio quello in forma digitale su Internet. L’autore ha quindi il diritto di decidere se, quando e in qual modo un’opera può essere utilizzata.
Per saperne di più...

Gli autori hanno la possibilità di cedere i loro diritti a una società di gestione, come per esempio la SSA. In tal caso, la società di gestione interviene a loro nome nelle relazioni con gli utilizzatori di un’opera (gestione collettiva facoltativa). Per quanto riguarda i diritti sottostanti al regime di una gestione collettiva obbligatoria, si applicano altre modalità amministrative.

Utilizzazioni di opere – teatri, compagnie teatrali e organizzatori di eventi

I teatri o le compagnie teatrali che desiderano presentare una pièce esistente devono disporre di un’autorizzazione dell’autore. Tale autorizzazione è rilasciata dalla SSA con l’accordo del socio in questione. Le tariffe minime della SSA devono venire rispettate. Il conteggio dei compensi per diritti d’autore avviene tramite la SSA, la quale aiuta inoltre gli utilizzatori delle opere a identificare gli aventi diritto (autore, editore, adattatore, traduttore, ecc.) e a svolgere le pratiche necessarie per il rilascio dell’autorizzazione. È richiesta un’autorizzazione anche nel caso in cui l’utilizzatore sia un teatro amatoriale o una scuola che organizza spettacoli teatrali.

Utilizzazioni di opere – emittenti radiofoniche e televisive

Solitamente le emittenti stipulano con la SSA un contratto di utilizzazione generale, in virtù del quale possono usare le opere del suo repertorio in tutta legalità e semplicità. Le tariffe sono definite nel contratto e non devono quindi più venire negoziate caso per caso.
Per saperne di più...

Utilizzazione di opere – produttori audiovisivi

Dei contratti individuali devono venire stipulati fra produttori e autori di trattamenti e sceneggiature, nonché registi, aventi diritto di testi preesistenti, etc. È importante che tali contratti contengano una clausula di riserva relativa ai diritti di diffusione, di comunicazione al pubblico e al diritto di riproduzione, poiché la SSA esercita questi diritti su mandato dei suoi soci.

Utilizzazione di opere – editori

I contratti di licenza stipulati fra casa editrice e autore devono tener conto della cessione dei diritti degli autori alla SSA. Generalmente l’editore è debitore nei confronti dell’autore per quanto riguarda i compensi relativi ai diritti d’autore: la fatturazione è di competenza della SSA.
Per saperne di più...

Utilizzazione di opere – Internet

Occorre fare una distinzione fra trasmissione simultanea (simulcast), webcast, l’utilizzazione on demand e altri tipi di utilizzo. L’uso di opere protette su reti digitali sottostà alle stesse regole di qualsiasi altra forma di utilizzo: è necessaria un’autorizzazione previa degli aventi diritto. Tuttavia, contrariamente a quanto accade nel caso della diffusione di emissioni ordinarie, su Internet risulta impossibile delimitare le zone di diffusione.